Come Reclamare la Criptovaluta Gas

Come reclamare la Criptovaluta GAS? Quale wallet utilizzare? Come usarla una volta disponibile? Quelle appena scritte sono tre domande che riceviamo spesso dagli utenti che hanno appena iniziato il loro percorso di informazione sul progetto Neo Smart Economy.

In questa guida approfondiremo
Che cos’è la Criptovaluta GAS;
Quale wallet utilizzare per renderla disponibile?
Su quale exchange può essere convertita in Bitcoin?

Il progetto della criptovaluta Neo è stato fin da subito molto originale e ben ideato. Esso, a differenza del Proof of Work (PoW) di Bitcoin ed Ethereum, basa la propria blockchain sul delegate Byzantine Fault Tolerance (dBFT). Questa tipologia di protocollo non necessita dell’attività di mining, ma valida le transazioni di ogni blocco della blockchain tramite l’assegnazione di una seconda moneta, la criptovaluta GAS, proporzionalmente ai Neo posseduti sul proprio wallet.

In parole povere, il progetto Neo Smart Economy assegna un dividendo ai possessori della criptovaluta Neo, pagata con una seconda valuta (GAS) alla conferma di ogni blocco della blockchain. Idealmente, ogni blocco dovrebbe chiudersi in 8 secondi. Nella realtà occorrono, in media, circa 20 secondi. Potete facilmente simulare l’ipotetico rendimento (ideale e reale), utilizzando la piattaforma NEOtoGAS e inserendo il numero di NEO posseduti o che siete intenzionati ad acquistare (come acquistare NEO).

Ora vi starete chiedendo: a cosa serve questo GAS? Ecco le risposte:
Utilizzare i NeoContract e “connetterli” con la Neo Blockchain;
Fare girare DApp direttamente sulla Neo Blockchain;

In futuro, potrà essere utilizzata come vera valuta del progetto Neo Smart Economy. Nel breve è ipotizzabile che venga utilizzato tramite una carta prepagata (come già avviene per Bitcoin ed Ethereum).

Se conservate i vostri Neo sugli Exchange, salvo casi particolari, non riceverete la criptovaluta GAS.

Requisito indispensabile è utilizzare un wallet del quale siate in possesso della chiave privata (Private Key).
Un’ ottima soluzione è rappresentata dal NeonWallet, un light wallet desktop sviluppato da CoZ.
Tramite questo wallet, che è possibile utilizzare in combinazione con il Ledger Nano S, potrete “generare” e “reclamare” i vostri GAS.

Dopo aver effettuato l’accesso tramite private key o Ledger Nano S, basta cliccare su “Claim GAS” e in pochi secondi essi saranno visibili sul vostro balance. Se utilizzate l’hardware wallet Ledger Nano S dovrete effettuare una conferma manuale aggiuntiva.

Se non siete degli sviluppatori e se non volete accumulare GAS pensando che in un prossimo futuro possa avere una rivalutazione importante, non vi resta altra scelta che scambiare la criptovaluta GAS che avete generato per ottenere Bitcoin attraverso l’exchange Binance.

In questo caso, dovete procedere nel seguente modo:
aprire un account su Binance;
inviare il GAS dal NeonWallet al GAS Wallet di Binance;
scambiare GAS per Bitcoin (pair GAS/BTC).

In pochi semplici passaggi vi ritroverete a possedere dei Bitcoin sull’exchange Binance, pronti per essere scambiati con altre criptovalute oppure per essere inviati al vostro Bitcoin Wallet. Potete consultare la nostra guida Binance: Exchange per acquistare Criptovalute con Bitcoin per avere istruzioni sull’utilizzo dell’exchange Binance.

Un’ottima alternativa a Binance è senza dubbio KuCoin. Questo giovane exchange è il più Neo-Friendly in assoluto. E’ possibile scambiare Gas per Neo e ha già attivato il pair /NEO per molte altre Criptovalute. Inoltre KuCoin è già compatibile con i token NEP5.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *