Come Investire in Commodity Agricole

Il settore delle commodities viene spesso accostato semplicemente ai beni rifugio quali i metalli preziosi o gli energetici.
Ma in realtà esistono innumerevoli quantità di commodities agricole, quali avena, orzo, grano, caffè , zucchero che vengono scambiate regolarmente sui mercati tramite soprattutto etf e derivati.

Questo tipo di mercato non è tra i più in voga in Italia, ma lo è ad esempio in Asia e in America, dove le materie prime in questione vengono coltivate e prodotte.
Sono investimenti rischiosi, soprattutto nel breve termine, in quanto essendo l’agricoltura legata al clima, le variabili aleatorie aumentano e rendono il settore ancora più volatile.

Risulta essere un mercato fortemente condizionato dalla semplice regola economica della domanda e dell’offerta: a seconda della produzione e dalla richiesta i prezzi dei prodotti aumentano o diminuiscono e i relativi etf o derivati acquistano o meno valore.
Per capire come funziona questo settore portiamo tre esempi: cacao, zucchero e caffè aiutandoci con una ricerca stilata dalla banca d’affari Goldman Sachs.

Il cacao è atteso in rialzo, con un incremento dei prezzi dell’8,6% nei prossimi 12 mesi. Il perché di questo aumento di valore, è da vedere in un probabile deficit nella produzione, che ne farà quindi aumentare la domanda e crescere il prezzo.
Lo zucchero è invece destinato a rimanere in una condizione di surplus per il terzo anno consecutivo. Questo lo porta ad essere scambiato a prezzi piuttosto bassi ma le quotazioni sono comunque viste al rialzo dagli analisti. A motivare le stime in crescita le cattive condizioni meteo in India, Russia e Ucraina e il previsto nuovo aumento della benzina in Brasile che farà aumentare la produzione di etanolo (prodotto appunto con la fermentazione degli zuccheri).
L’inaspettato freddo inverno brasiliano e il diffondersi di un fungo che danneggia le colture, ha ad esempio portato negli scorsi mesi il prezzo del caffè ad aumentare vertiginosamente, ma le attuali buone condizioni meteo stanno riassestando i prezzi ad un normale livello.

Sono esempi che dimostrano come il settore sia fortemente volatile, dipendente da molteplici variabili che rendono il mercato delle commodities agricole un investimento che, se abbracciato, deve essere costantemente monitorato. Ricordiamo inoltre che i principali strumenti per chi vuole investire in commodities, agricole o meno, sono gli ETF (denominati in questo caso ETC: Exchange Trade Commodities), derivati e futures; è possibile poi investire tramite azioni o corporate bond nelle imprese e industrie legate al settore. Gli investimenti in commodities agricole possono essere benvisti in un’ottica di buona diversificazione del portafoglio, ma sempre meglio comunque adottarli nel lungo periodo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *