Conto Deposito Online o in Filiale – Quale Scegliere

Il vantaggio di investire il tuo denaro in un conto deposito non si ferma solo all’alto rendimento che può darti ma va valutato anche nella facilità di apertura e gestione. Il conto deposito offerto dalle varie banche ha una peculiarità che ti permette di aprirlo, chiuderlo o gestirlo comodamente online.

Fino ad oggi il rapporto che avevi con la banca era esclusivamente legato al tuo passaggio in filiale; per fare un versamento o un bonifico andavi in filiale e risolvevi la questione.

Il conto deposito consente di non farti perdere tempo e di gestirti come vuoi e in base alle tue esigenze famigliari.

Vantaggi di aprire un conto deposito online:

Risparmio di tempo: attraverso delle facili procedure online potrai aprire il tuo conto deposito. Se decidi di aprire il conto deposito all’una di notte, potrai farlo oppure se ti serve consultare le transazioni la domenica pomeriggio, potrai farlo.
Facilità di apertura: i passaggi che dovrai compiere sono facili ed intuitivi. Dovrai procedere con la compilazione degli appositi moduli che ogni banca mette online. In questi moduli inserisci tutti i dati personali che ti vengono richiesti, compresi quelli legati ai documenti di identità e al tuo codice fiscale. Ti verranno richiesti anche i dati legati al tuo conto corrente di cui dovrai essere intestatario; quindi prepara il codice IBAN.
Appena avrai finito la compilazione dovrai stampare i moduli ed inviarli; se vuoi, potrai scegliere di non stampare ed aspettare che la banca ti invii, via posta, tutta la documentazione da firmare.

Facilità di attivazione: dovrai effettuare un bonifico. Sempre con internet e le procedure di virtual banking dovrai effettuare un primo bonifico che nella norma è di pochi euro. Questo passaggio attiverà il tuo conto deposito. Solo in seguito deciderai l’ammontare effettivo del tuo investimento.
Massima flessibilità: potrai utilizzare comodamente la piattaforma online della banca. Con la registrazione online del tuo conto deposito avrai a disposizione innumerevoli strumenti che ti permetteranno di gestire al meglio il tuo capitale e tutti i movimenti che intenderai fare nel futuro. L’accesso alla piattaforma informatica ti permetterà di fare transazioni, bonifici o scegliere di aprire altri conti deposito.
Come puoi vedere i vantaggi di un conto deposito online sono notevoli. La maggior parte sono legati al risparmio di tempo. Non dovrai più recarti nella filiale della tua banca e quindi non dovrai infilarti nel traffico cittadino; non dovrai più fare file alla banca, che si sa, sono spesso lunghissime.
Inoltre non dovrai scegliere subito ma potrai prenderti tutto il tempo che ti occorre e fare una scelta consapevole sul miglior conto deposito.

Oggi giorno non si ha più il tempo di una volta è un conto deposito online è l’ideale per chi ha una vita frenetica oppure per chi ha degli orari di lavoro che non gli permettono di andare facilmente in banca e perdere una mattinata.

Read More

Come Disinvestire un Fondo Comune

Rientrare in possesso delle quote investite in un fondo comune (detto in gergo “riscattare”) è un’operazione piuttosto semplice. Ciononostante è opportuno conoscere il percorso e i tempi della procedura. Scopriamo insieme come muoverci per evitare spiacevoli inconvenienti.

Se hai sottoscritto un fondo comune di investimento puoi ottenere il rimborso del tuo capitale in qualsiasi giorno lavorativo dell’anno, senza dover fornire alcun preavviso. La società di gestione è infatti tenuta ad avviare la procedura di liquidazione delle quote investite non appena riceve la tua richiesta di riscatto.

Potrai inoltrare la domanda ad uno qualsiasi dei soggetti preposti al collocamento del fondo comune o direttamente alla società di gestione, infatti non è affatto necessario rivolgersi allo stesso consulente o alla stessa banca dove è stato sottoscritto il fondo. La domanda di rimborso va compilata inserendo le tue generalità e il numero delle quote, successivamente va inoltrata preferibilmente con una raccomandata.

A questo punto l’intermediario deve inoltrare immediatamente la domanda di rimborso alla società di gestione, che a sua volta si impegnerà a liquidarvi nel più breve tempo possibile. Deciderai tu se il pagamento avverrà in contanti, assegno o bonifico bancario. Per legge, il rimborso del capitale deve avvenire entro 15 giorni dal momento in cui la richiesta perviene alla società di gestione.

Read More

Come Impostare il Menu del Proprio Locale

I menù possono essere un semplice elenco di piatti e bevande, oppure diventare un importante strumento di vendita.

Possono essere realizzati in tante maniere diverse, sia tipografiche che digitali. Normalmente i quantitativi non sono molto elevati quindi la stampa digitale è quella che consente di avere un buon risultato.

E’ consigliabile realizzare i menù plastificati oppure inserirli negli appositi porta menù, altrimenti stampando il solo semplice foglio di cartoncino la durata è veramente molto limitata.

Utilizzando gli appositi porta menù è anche possibile modificarne delle parti per rendere di più aggiornati e attraenti, ad esempio si possono inserire tra le pagine con l’elenco dei prodotti anche pagine variabili che promuovono piatti nuovi, servizi i a domicilio o o occasioni particolari come pranzi, cerimonie e feste di laurea.

È anche possibile accordarsi con alcuni fornitori in modo che nel vostro menù vengano evidenziati i loro prodotti, in questo caso avrete diritto a sconti e offerte particolari, anche perché il consumo dei prodotti evidenziati aumenterà sicuramente.

E anche possibile accordarsi con attività nelle vicinanze per inserire la loro pubblicità all’interno del vostro menù, in questo caso potrete chiedere loro di partecipare alle spese di realizzazione o di fornirvi i loro prodotti a un prezzo scontato.

E’ anche possibile inserire la pubblicità di altri locali non concorrenziali per genere merceologico od orari di apertura, ad esempio si può inserire all’interno delle pagine del menù di una pizzeria la pubblicità di una gelateria e viceversa.

Dal punto di vista tecnico il risultato di stampa che è ottenibile con le tecniche tipografiche o digitali è praticamente uguale; è importante ricordarsi di memorizzare bene i dati che sono stati utilizzati per realizzare il menù in modo da poterli modificare facilmente, stampandone altri senza doverli ricomporre nuovamente in maniera completa.
E’ anche possibile inserire nella parte iniziale foto e immagini dei prodotti proposti, lasciando le ultime pagine l’elenco dei prezzi, rendendolo più facilmente modificabile.

Si possono anche realizzare menù diversi a seconda del pranzo o della cena, con un aspetto grafico adatto ai diversi tipi di clientela che frequentano il locale; esempio impiegati d’ufficio nell’intervallo che hanno bisogno di un pranzo veloce e clienti tradizionali la sera che desiderano qualcosa di più sofisticato.

Read More

Come Scegliere un Conto Deposito

Le offerte sui conti deposito oggi sono veramente tantissime e non sempre è facile capire qual’è il miglior conto deposito.

Come ogni investimento, anche il conto deposito ha delle caratteristiche oggettive da valutare che possono facilitare la tua scelta. E’ proprio attraverso la valutazione attenta di alcune caratteristiche che ti sarà possibile scegliere quello giusto e adatto alle tue esigenze.

Ecco cosa valutare prima di aprire un conto deposito:
1 ) I costi di apertura del conto deposito ed i costi aggiuntivi
2 ) Caratteristiche personali per aprire un deposito
3 ) Gli interessi concessi dalla banca
4 ) La dura minima e massima dell’investimento
5 ) La quota minima di capitale per accedere ad un conto deposito
6 ) I vincoli degli investimenti
7 ) Le penali da pagare in caso di chiusura anticipata del contratto
8 ) L’adesione della banca a particolari fondi di garanzia

Analizziamoli adesso uno per uno.

I costi – Nella norma, aprire un conto deposito non richiede nessun costo; alcune banche fanno pagare, però, la spedizione del materiale informativo e l’invio delle sintesi. Si tratta di piccole cifre che però vanno valutate perché potrebbero ridurre il guadagno dovuto agli interessi.

Caratteristiche – Per aprire un conto deposito si deve essere maggiorenni e si deve avere già un conto corrente; molte banche concedono un conto deposito sono nel caso si possegga presso di loro il conto corrente. Quindi, se non lo si ha, si deve aprirlo e va dunque considerato a livello economico. Tuttavia in molti casi la procedura è parallela all’apertura del conto deposito in modo da facilitare l’attivazione.

Interessi – Ogni banca propone i propri interessi. Nelle pubblicità di sente parlare di interessi molto alti, ma va guadato con attenzione se le cifre si riferiscono ad un tasso di interesse netto o lordo.
Inoltre, soprattutto se si è un nuovo cliente, le banche offrono dei tassi particolarmente vantaggiosi. Va considerato che, in genere a seconda delle offerte dopo un lasso di tempo stabilito dalla banca, il tasso si adeguerà agli standard.

Durata dell’investimento – A seconda delle proprie necessità, con un conto deposito si può investire il proprio denaro anche per un solo mese. Il limite massimo è in genere di 24 mesi ma alcune banche arrivano anche a 36. Nelle clausole va verificato anche la parte che parla di tacito rinnovo; allo scadere del contratto di investimento e dopo un breve lasso di tempo abbastanza breve se non si preleva il capitale, questo potrebbe essere reinvestito in automatico e con le stesse caratteristiche precedenti.

Capitale da investire – La maggior parte dei conti deposito fissa un tetto minimo di investimento; ogni banca ha la sua politica economica. Generalmente si tratta di circa 1.000 euro ma esistono banche che consentono l’investimento anche con 1 euro oppure banche che non accettano meno di 50.000 euro.

Vincoli – Un conto deposito rende di più se si sceglie l’opzione di vincolo. Per chi non vuole fermare completamente il capitale, può scegliere il conto deposito non vincolato.

Penali – La maggior parte delle banche pone delle penali o sanzioni per chi non rispetta il contratto, specie nel caso di conto deposito vincolato. Questa parte del contratto va letta con grande attenzione. Tuttavia ci sono molti conti che offrono la possibilità di svincolare il proprio denaro anche senza alcuna penale.

Garanzie – Per quanto il conto deposito risulti essere una forma di investimento tranquillo e con pochi rischi, è importante scegliere una banca che aderisca a qualche Fondo di Garanzia. Questa adesione tutela il cliente nel caso di fallimento della banca. Il fondo più sicuro è il Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, le banche non sono obbligate ad aderire. Questo fondo garantisce la restituzione del capitale versato fino a 100.000 euro.

Adesso che hai capito quali sono le caratteristiche da valutare per stabilire qual è il conto deposito migliore, non ti resta altro che andare a vedere le varie offerte attualmente disponibili e fare la tua scelta.

Read More

Come Diventare un Geologo

Se sei un appassionato delle scienze, della natura e degli eventi della Terra, ma anche di pratiche ingegneristiche, puoi far fruttare la tua passione e le tue qualità facendo il Geologo di professione. Se hai deciso di intraprendere la professione di geologo, sappi che per esercitarla in forma di libera professione devi seguire alcuni iter burocratici, che di seguito ti illustro.

Prima di tutto devi avere un diploma finito che ti consenta l’iscrizione all’Università, ti consiglio di fare prima degli studi tecnico-scientifici, quindi liceo scientifico o tecnologico o l’istituto professionale per Geometri. Una volta diplomato devi iscriverti all’Università presso la Facoltà di Scienze MM.FF.NN.
Anche qui, dopo la riforma, c’è prima una Laurea Triennale e poi una Specialistica (3 2). Ti consiglio di terminare tutti gli studi, poiché il geologo junior è una figura professionale non ricercata (almeno in Italia), e che poi ti comporterà molte limitazioni nella futura professione.

Il libero professionista per esercitare deve essere iscritto all’Albo, quindi una volta che hai conseguito la Laurea, devi recarti presso l’Ufficio Esami di Stato del tuo Ateneo e prenotarti per sostenere l’Esame. La domanda da compilare ti sarà fornita dallo stesso Ufficio, dove effettuerai anche la prenotazione. Una volta effettuato il versamento (che varia da Regione a Regione) puoi sostenere l’Esame al massimo nella seconda sessione successiva.

Le modalità di Esame variano in base alle Regioni e agli Atenei, ma comunque sappi che consiste in almeno 3 prove, quindi dovrà richiedere molto impegno in fase di preparazione. In caso di esito positivo, potrai iscriverti all’Albo Regionale pagando una tassa annuale. Dopo l’iscrizione ti verrà fornito numero di matricola e timbro. Per completare i documenti da professionista, dovrai recarti presso un’agenzia delle imposte ed aprire la Partita IVA, mediante apposito codice.

Il timbro ti darà potere di firma e validazione delle relazioni che farai, mentre con la Partita IVA emetterai le fatture. All’emissione della prima fattura dovrai iscriverti obbligatoriamente all’EPAP, la cassa per liberi professionisti. Per esercitare in tutto il territorio nazionale dovrai iscriverti anche al Collegio Nazionale (saranno loro a contattarti). Le iscrizioni le devi rinnovare annualmente. Per dettagli è possibile vedere questa guida sul geologo su Professioniecarriere.com. Non è previsto tirocinio, ma ti consiglio per i primi tempi di seguire un collega con molta esperienza.

Read More