Strategia di Trading Bande di Bollinger e MACD

Bande di Bollinger: indicatore molto conosciuto ed utilizzato dai trader di ogni livello, le bande di bollinger sono composte da 3 medie mobili di prezzo dette bande: una banda superiore, una inferiore ed una posta al centro delle due bande. La banda superiore rappresenta la fase di iper-comprato del prezzo, quella inferiore invece rappresenta la fase di iper-venduto, la banda intermedia invece funge sostanzialmente da spartiacque tra le due zone. I segnali delle bande di bollinger sono molto semplici da individuare:

Segnale di acquisto opzioni call: il segnale di acquisto é definito dalla zona di iper-venduto, quindi il segnale di acquisto si ha quando tale area viene raggiunta dal prezzo. Se il prezzo tocca la banda inferiore, allora si comprano opzioni binarie call.

Segnali di acquisto put: il segnale in questo caso si ha quando il prezzo tocca la banda superiore, in tal caso il prezzo tenderà a raggiungere la banda superiore, salendo ancora e consentendo di guadagnare sulle opzioni put.

MACD: anche il MACD é un indicatore di trading basato, come l’indicatore precedente, sulla media mobile. Tale indicatore é formato da 3 medie mobili di prezzo: una media a 12 periodi ed una media a 26 periodi, che però vanno a formare una unica media mobile che viene chiamata MACD; l’altra media mobile a nove periodi viene chiamata Signal. La Signal funge da segnale di trading:

Si acquistano opzioni call: quando la media mobile Signal incrocia dal basso verso l’alto la media MACD.

Si acquistano opzioni put: quando la media mobile Signal incrocia dall’altro verso il basso la media MACD.

COME ADOPERARE LA STRATEGIA
Abbiamo detto che la strategia combina due indicatori, quindi ne combina i segnali di trading. Possiamo investire solo quando i segnali sono concordi, qualora i segnali non fossero concordi bisogna considerare il segnale nullo. Si procede perciò così come segue:

Segnali di acquisto opzioni binarie call: si acquistano opzioni binarie call quando il MACD da segnali di acquisto e le bande di bollinger danno un segnale di acquisto.

Segnali di acquisto opzioni binarie put: si acquistano opzioni binarie put quando il MACD da segnali di vendita e le bande di bollinger danno segnali di vendita.

ALCUNI CONSIGLI UTILI
Per affrontare la strategia nel migliore dei modi bisogna evitare di rischiare troppo capitale ad ogni acquisto di opzione binaria, risulta utile infatti investire una percentuale massima del 5% ad ogni operazione di trading effettuata. In questo modo si rendono innocui i falsi segnali che comunque sono presenti anche in questa strategia di trading.

Read More

Strategia di Trading con Rsi e Pivot Point

La strategia che stiamo per esporre utilizza due indicatori di trading specifici ed estremamente utili per analizzare al meglio i grafici di prezzo. I due indicatori vanno utilizzati per investire in opzioni binarie con scadenza ad 1 ora. Gli indicatori sono:

Pivot point
Rsi

ANALIZZIAMO GLI INDICATORI
Pivot point: i pivot point rappresentano dei punti di supporto e di resistenza giornalieri calcolati prendendo in considerazione i dati del giorno precedente. Il calcolo dei pivot point non é affatto difficile, anche se risulta del tutto superfluo in quanto ci sono indicatori che calcolano in automatico i pivot point e li evidenziano sul grafico di prezzo. Ad ogni modo risulta utile capire come vengono calcolati, vediamo quindi quali sono i valori da considerare per il calcolo dei pivot point.

Calcolo pivot point

I valori di cui abbiamo bisogno per calcolare i pivot point sono relativi al prezzo del giorno precedente. I dati da utilizzare sono:

Prezzo massimo (x)
Prezzo minimo (y)
Prezzo di chiusura (z)
Prezzo medio (k)
Il prezzo medio si calcola come segue: K = ( X + Y + Z ) / 3

CALCOLO DEI PIVOT POINT
Per calcolare i valori esposti in precedenza basta considerare:

RESISTENZA 1° = ( 2 x K ) – Y
SUPPORTO 1° = ( 2 x K ) – X
RESISTENZA 2° = K – S1° + R1°
SUPPORTO 2° = K – ( R1° – S1°)
RESISTENZA 3° = K – S2° + R2°
SUPPORTO 3° = K – (R2° – S2° )
ANALISI DEI SEGNALI

In prossimità dei pivot point il prezzo si comporta come segue:

Pivot di supporto: il prezzo può sia rimbalzare sia superare l’area e dirigersi verso il basso.

Pivot di resistenza: al contrario, in questo caso il prezzo può sia rimbalzare sul pivot point sia proseguire oltre.

INDICATORE RSI

L’indicatore rsi si basa sulla media mobile e costituisce uno dei principali oscillatori tecnici. Grazie all’rsi possiamo con esattezza stabilire quali siano le aree di iper-comprato e di iper-venduto.
L’indicatore é composto da una media mobile che oscilla tra due valori: 80-20 o 70-30, il valore 80 e 70 é relativo all’area di iper-comprato; il valore 30-20 é relativo all’area di iper-venduto.

SEGNALI DI TRADING

Si hanno segnali di acquisto quando il prezzo entra nell’area di iper-venduto, al contrario, si hanno segnali di vendita quando il prezzo entra nell’area di iper-comprato.

STRATEGIA OPERATIVA

La strategia utilizza i segnali di entrambi gli indicatori, ovviamente, si investe unicamente quando i segnali sono concordi:

Comprare opzioni binarie call: rsi in iper-venduto; prezzo in prossimità di un pivot di supporto

Comprare opzioni binarie put: rsi in iper-comprato; prezzo in prossimità di un pivot di resistenza.

Molto interessante.

Read More

Come Funziona la Firma Digitale in Banca

Il Garante per la privacy ha autorizzato alcune banche all’identificazione dei propri clienti con la firma digitale.

I clienti saranno sottoposti alla prova del grafometro, cioè dovranno sottoscrivere più volte la propria firma su un tablet, per poter acquisire alcuni parametri biometrici. Tra questi parametri biometrici, si misurerà la pressione, la velocità, il ritmo della scrittura.

La nuova procedura avviata dal Garante per la privacy ha lo scopo di ridurre i furti d’identità. L’analisi biometrica dei clienti potrà essere fatta attraverso la firma sui lettori digitali.

Meccanismo della firma digitale
il cliente della banca, non apporrà più la firma sulla modulistica bancaria, ma su un tablet elettronico grafo metrico.

I dati delle firme ripetute saranno confrontati tra loro e nuovamente, quando il cliente arriverà in banca per una ulteriore firma. I dati saranno memorizzati per l’autentificazione informatica certa dei propri clienti.

Altri motivi per cui scegliere la firma digitale sono: il cliente non potrà essere ripudiare la propria firma, integrità del documento sottoscritto

Identificazione certa del cliente: il Garante della privacy ha ritenuto valido il progetto in virtù dell’identificazione del cliente e della normativa del settore bancario che richiede il riconoscimento rigoroso dell’utenza.

Saranno assicurate misure di sicurezza per garantire la gestione dei dati trattati.

Scopi della firma digitale
Il Garante ha anche lo scopo di preservare le informazioni raccolte. I dati biometrici che verranno custoditi potrebbero anche avere un utilizzo differente. Nel caso delle banche l’utilizzo dovrà essere esclusivamente di identificazione dell’utente.

Secondo progetto firma digitale
Il secondo progetto di firma biometrica è stato proposto da un gruppo di banche che offrono servizi tecnologici alla PA e alle imprese.

Le due parti, cioè le banche e le imprese, dovranno definire congiuntamente le modalità del trattamento dei dati.

Consenso libero del cliente: L’Autorità ha reso noto che non è possibile imporre l’adesione della nuova procedura dell’analisi biometrica della firma.

Ogni utente dovrà essere d’accordo con questo nuovo trattamento dei dati. I dati biometrici che verranno custoditi saranno conservati per il tempo che occorre a raggiungere lo scopo.

Read More

Come Cancellarsi da Groupon

Groupon è un ottimo sito in cui vengono esposte delle offerte a basso costo relative ad hotel, massaggi, terme e così via. Ma se dopo aver effettuato la registrazione su questo sito ti arrivano messaggi di poco conto, e non hai alcuna intenzione di usufruire di sconti o cose del genere, allora è il caso che vedi come fare per eliminarti dal portale.

Quindi, ora andiamo a scoprire insieme come cancellarsi da Groupon. In questa maniera non solo riceverai tante offerte ogni volta che esegui il login nel sito, ma finalmente potrai dire addio alle fastidiose newsletter che ricevi nella tua casella di posta. Insomma, è la cosa giusta da fare se proprio non ami frequentare questo servizio.

Il primo passo da compiere per cancellarsi da Groupon è di aprire l’ultima newsletter che hai ricevuto per email e, scorrendola fino in fondo, far clic su Puoi gestire le tue newsletter nell’apposita sezione su Groupon.it. La scritta si trova in una sorta di barra verde in minuscolo, per cui all’inizio potresti anche non trovarla.

Nella pagina successiva fai clic sulla frase Cancella l’iscrizione a tutte le mail Groupon (che trovi in basso sulla tua destra) e procedi con la rimozione dell’iscrizione specificando il motivo per cui intendi farlo. Puoi selezionare quella che ti interessa, come ad esempio Le offerte che ricevo non mi interessano oppure Troppe email.

In alternativa puoi anche disdire la newsletter che si riferisce ad una città che non ti riguarda. Per far questo dovrai solo cliccare sulla x che trovi vicino al nome della città che vuoi rimuovere e abilitare i cambiamenti con il pulsante Salva. Invece, per aggiungere un’iscrizione per altre città clicca prima su Scegli iscrizioni e poi aggiungila tramite Add.

Infine, per concludere in bellezza la guida per vedere come cancellarsi da Groupon hai la possibilità di chiamare seguendo questa guida sul numero verde Groupon oppure di inviare una mail a info@groupon.it richiedendo di disattivare il tuo profilo. Per essere sicuro che abbiano cancellato i tuoi dati riprova dopo ventiquattro ore ad eseguire il login inserendo email e password.

Read More

Strategie di Trading Utilizzando le Bande di Bollinger

Esistono numerose strategie di trading in opzioni binarie che si possono utilizzare per stabilire l’andamento prossimo del prezzo. Una di queste strategie ha la sua ragion d’essere nello strumento denominato: bande di bollinger. Abbiamo già parlato di questo indicatore, definendo anche altre strategie operative, questa volta invece vogliamo portare alla tua attenzione un caso pratico, ossia un vero e proprio investimento.

COME INVESTIRE IN OPZIONI BINARIE CON LE BANDE DI BOLLINGER
Una breve descrizione delle bande di bollinger é doverosa in quanto ci rinfreschiamo un po’ la memoria. Le bande di bollinger offrono informazioni riguardanti la volatilità del prezzo e le zone di iper-comprato e di iper-venduto. Queste due informazioni sono estremamente importanti in quanto possono offrire numerosi spunti operativi anche nell’utilizzo di scadenze molto ristrette come quelle delle opzioni binarie 60 secondi.

Le bande di bollinger offrono due segnali

Segnale di volatilità: quando le bande si avvicinano e si restringe quindi la loro ampiezza, significa che c’è una contrazione di volatilità, spesso tale contrazione viene registrata nelle fasi laterali di distribuzione. Quando ci troviamo di fronte a questo segnale dobbiamo prepararci ad un movimento di prezzo molto forte, sfruttabile immediatamente.

Bande estreme: la banda superiore indica la zona di iper-comprato, quando il prezzo raggiunge questa zona si indebolisce la forza dei compratori, che possono cedere il passo ai venditori con una conseguente discesa dei prezzi. Nella banda inferiore succede esattamente l’opposto, in questo caso infatti sono i venditori ad indebolirsi, cedendo il passo ai compratori.

ANALIZZIAMO I SEGNALI

Come puoi vedere dall’immagine, ogni qualvolta il prezzo tocca la banda superiore abbiamo un ritracciamento dei prezzi, questo ritracciamento ci da la possibilità di lucrare attraverso l’investimento in opzioni binarie. Seguire questa strategia é estremamente semplice, infatti, non tutti sanno che l’investimento in opzioni binarie é solo una questione di strategie e di money management. Per utilizzare al meglio i segnali delle bande di bollinger puoi tranquillamente investire rischiano un massimo del 5% del capitale che possiedi. In questo modo il rischio risulta essere molto basso ed i profitti rimangono alti.

Read More