Come Fare Tornare i Clienti nel Proprio Locale

Un altro modo per ottimizzare il rendimento della Clientela che già avete, sia regolare che sporadica è quello di aumentare il numero di volte che si serve da voi.

Ovviamente le tecniche utilizzate per aumentare le vendite descritte nell’articolo precedente migliorano l’immagine del locale, favorendo il ritorno del Cliente che, magari, preferisce il vostro locale a un altro vicino perché lo trova più accogliente.
Si possono anche utilizzare altre tecniche di incentivazione per aumentare il ritorno del Cliente.

Eccone alcune
Tessere fedeltà e abbonamenti caffè o colazione
Sono il metodo più classico e sperimentato. Potete realizzare facilmente delle tessere fedeltà o degli abbonamenti da 10 colazioni o caffè.
Con un piccolo sconto iniziale potete proporre un abbonamento che vi garantisce il ritorno del Cliente e…l’incasso subito.

Un consiglio sempre valido è quello di fare in modo che non si possano falsificare facilmente i timbri sulle carte fedeltà, utilizzando inchiostri di colori particolari o timbrini realizzati apposta. L’aggiunta di una Vs. sigla a penna aggiunge maggiore sicurezza.

Ovviamente non dimenticate di inventarvi una maniera per vendere subito un nuovo abbonamento a chi lo esaurisce, eventualmente con un piccolo sconto in più o l’offerta di aggiungere una consumazione extra omaggio (es. chi acquista l’abbonamento per dieci caffè con sconto appena ha esaurito il vecchio abbonamento, riceve subito un caffè extra in omaggio.

Porta un amico
Un altro modo di far tornare un Cliente è quello di offrire un buono sconto che è valido per un breve periodo ( anche perché dopo un po’ vengono tutti persi ) oppure che vi permette di offrire il caffè o il dolce se il Cliente porta un amico con se.
Il buono sconto potrebbe anche servire per far tornare il Cliente in orari diversi da quelli abituali, ad esempio un buono per la colazione o aperitivo serale offerto a chi viene solo a pranzo, e viceversa.

Il tre più uno
Un altro modo di far tornare i Clienti è quello di offrire dei buoni sconto che permettono a una persona di ricevere il pranzo in omaggio se accompagna tre paganti o che offrono uno sconto consistente se il conto supera i 100€.
Lo sconto potrebbe anche non essere in contanti ma un buono da spendere nei giorni successivi, ad esempio di 20€.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *